La fauna del Sudafrica: un viaggio dentro il parco Kruger

Quello sudafricano è un ecosistema costituito principalmente da prati e, testimonianza attiva, ne è il parco nazionale Kruger, pensato e denominato come la più importante riserva di animali e piante della fauna del Sudafrica. Questo parco si estende per circa 20.000 km² , ovvero per circa un’area corrispondente allo stato israeliano. Esso è stato denominato così in quanto appartenente alla Kruger to Canyons Biosphere, ovvero una zona dedicata dall’UNESCO come “riserva internazionale dell’uomo e della biosfera”. A partire dal 1991, Robbie Robbinson divenne il direttore della South African National Parks Board, che è stata capace di modernizzare il parco in maniera esponenziale: una delle prime manovre importanti fu quella di eliminare la recinzione, cosicché i confini del parco permettessero alla fauna di muoversi senza ostacoli. Di seguito il parco, con a capo David Mubunda, ovvero il primo direttore nero del parco,, fu aggregato al parco transfrontaliere del Grande Limpopo diventanto il polo attrattistico principale per i turisti.

Gli animali del Sudafrica

Chi è amante della cultura africana, sa che oltre ai grandi cinque animali( bufalo, rinoceronte, leone, leopardo ed elefante), esistono tantissime altre specie animali che animano la realtà del continente sudafricano. All’interno del parco prevalgono statisticamente mammiferi e uccelli e, dato che sono veramente numerosi, risulta impossibile descriverli tutti in questo articolo. Citabili e significativi sono però senz’altro il Licaone, la Faraona Mitrata e la Zebra di pianura. Il primo è un mammifero carnivoro, somigliante ad un cane selvatico. Proprio il Licaone è endemico in tutto il continente, anche se principalmente presente in Sudafrica (habitat essenzialmente più confortevole). È un animale il cui mantello è a macchie marroni, bianche e nere, distintive di ogni animale: queste macchie rendono facile la distinzione tra un Licaone e un altro. La Faraona mitrata invece è considerata una gigante gallina, ovvero un uccello galliforme che ama vivere in zona calde e aperte e che è capace di accoppiarsi con i polli domestici. È un uccello fascinoso per il suo collo bluastro e per le penne nere e grigie scagliate. Infine la zebra di pianura è una zebra nota all’interno della fauna Sudafricana che, purtroppo, va mano a mano diminuendo a causa della riduzione del suo habitat naturale.

L’attrazione sudafricana: la natura

Chi sceglie di effettuare un viaggio in Sudafrica, per mezzo dell’esperta agenzia di viaggi rintracciabile dal sito Traveldesign.it, la maggior parte delle volte lo fa principalmente perché può confrontarsi con una natura maestosa in tutta la sua pienezza. Anche se le città e le spiagge non mancano, l’uomo è sempre attratto dalle zone avventurose e, la savana e i parchi, si caratterizzano da sempre come poli di estrema energia. Oltre a quello del Kruger esiste il parco Transfrontalieno Kgagaladi, che si estende oltre i confini di due stati ed è composto principalmente da distese semi-desertiche e da filamenti erbosi e il parco nazionale di Addo Elephant. Quest’ultimo è situato vicino alla cittadina di Port Elizabet, uno dei luoghi al mondo più adatto per visitare maestosi elefanti. Le specie di questo parco però sono tante altre ed ha anche molti esempi di vegetazione africana, amatissima dai botanici più avventurosi.

Posts created 90

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close