Over the top: 5 Stati europei che nessuno conosce

Over the top: 5 Stati europei che nessuno conosce

In Europa milioni di persone vivono in Paesi “fuori dal mondo” che nessuno conosce… o riconosce (a livello internazionale). Territori contesi dal crollo dell’Urss, o piccoli lembi di terra in mezzo al mare dalle tradizioni millenarie. Posti come…

Artsakh – Polveriera nel Caucaso

Abitanti: 150 000
Capitale: Stepanakert

La Repubblica dell’Artsakh, anche nota come Nagorno-Karabakh, è una regione montuosa dell’Azerbaijan a maggioranza armena dichiaratasi indipendente nel 1992. Il neo indipendente governo di Baku, tuttavia, non accettò la secessione e diede inizio a un conflitto armato che provocò l’esodo di oltre 600 mila profughi, ufficialmente terminato con un cessate il fuoco nel 1994. Da allora l’Artsakh è de facto uno stato indipendente, non riconosciuto tuttavia dalla Comunità internazionale. Le guerriglie con l’esercito azero sono proseguite negli anni fino ad oggi, con una preoccupante escalation negli ultimi anni.

Transnistria – L’ultima repubblica sovietica

Abitanti: 469 000 (stimati)
Capitale Tiraspol

Questa sottile lingua di terra tra il fiume Nistro e l’Ucraina è di fatto l’ultima repubblica sovietica d’Europa. La Transnistria, de iure una regione della Moldavia, ha dichiarato unilateralmente l’indipendenza nel 1990 e nel 1992 è stata teatro di una guerra con Chisinau. Da allora i confini di Tiraspol sono protetti da forze di interposizione russe. La Transnistria non è riconosciuta dalle Nazioni unite e, di fatto, è un’exclave della Russia tanto che nel 2014, dopo l’occupazione della Crimea da parte di Mosca, ha chiesto di aderire alla Federazione russa.

Monte Athos – Teocrazia millenaria

Abitanti: 1.800
Capitale: Karyes

Situata nella lingua più orientale della penisola Calcidica, la repubblica monastica del Monte Athos è un territorio autonomo della Grecia che gode di uno statuto speciale di autogoverno. Da oltre mille anni, questo luogo sacro è abitato da unicamente da monaci ortodossi e l’accesso è strettamente regolamentato per entrarvi è necessario uno speciale valido per 4 giorni… e consentito solo agli uomini! Come da tradizione millenaria, infatti, l’ingresso alle donne è strettamente vietato, per non turbare la spiritualità dei monaci.

Abcasia – La “colonia” di Mosca

Abitanti: 243 000 (stimati)
Capitale: Sukhumi

Come la Transnistria, anche la florida Abcasia, affacciata sul Mar Nero, è una repubblica autoproclamatasi indipendente nel 1991 dopo la dissoluzione dell’Unione sovietica e non è riconosciuta a livello internazionale. La dichiarazione d’indipendenza dalla Georgia sfociò in una sanguinosa guerra, macchiata da gravi episodi di pulizia etnica da parte di entrambe le fazioni e terminata con un trattato di pace firmato nel 1993. Da allora l’integrità territoriale dell’Abcasia è garantita dalla presenza delle forze di interposizione russe. Nel 2008 Mosca l’ha riconosciua come stato indipendente, ma per la Georgia la regione è ufficialmente “territorio occupato”.

Isola di Man – L’isola “che non c’è”

Abitanti: 83 000
Capitale Douglas

L’Isola di Man è una Dipendenza della Corona Britannica, al pari delle “isole del Canale”, Jersey e Guernsey. Man (in latino Insula Mona) non fa parte del Regno Unito, né dell’Unione Europea, né del Commonwealth. Ha un proprio parlamento (Tynwald) e un governo autonomo, una propria valuta (la sterlina di Man), una propria targa automobilistica (GBM) e un inno nazionale. Il Capo dello Stato è la Regina Elisabetta II, che ha il titolo di Lord of Man, rappresentata da un vicegovernatore con autorità unicamente in materia di difesa e relazioni internazionali.

(Ph. Shutterstock)

Fonte: Over the top: 5 Stati europei che nessuno conosce

Posts created 76

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close