Il volo dell’angelo: l’incredibile spettacolo del Carnevale di Venezia

Il volo dell’angelo: l’incredibile spettacolo del Carnevale di Venezia
in foto: Volo dell’angelo, Carnevale di Venezia 2015 . Foto di fotogoocom

A Venezia fervono i preparativi per il Carnevale, l’evento più atteso dell’anno in tutta la laguna, che nel 2019 andrà in scena dal 16 Febbraio a 5 Marzo. La manifestazione di Venezia è uno dei Carnevali da vedere almeno una volta nella vita: nelle strade della città sfilano le maschere più belle e particolari del mondo, Venezia si trasforma in un palcoscenico dove tutto è possibile, si vedono passeggiare dame e signori del 700 con le loro bianche parrucche ed i vestiti pomposi, oppure personaggi stravaganti. Uno dei momenti più attesi è il volo dell’angelo, considerato il rituale di apertura del Carnevale di Venezia, un spettacolo emozionante, che vedrà un personaggio spiccare il volo su Piazza San Marco. Questo è il momento giusto per una breve visita a Venezia, per immergersi in un mix di trasgressione, arte, storia e cultura che solo la città lagunare sa regalare.

Tutto quello che c’è da sapere sul volo dell’angelo del Carnevale di Venezia

Carnevale di Venezia 2010 - Volo dellin foto: Carnevale di Venezia 2010 – Volo dell’Angelo. Foto di Godromil

Il volo dell’Angelo è un rito che ripercorre una tradizione molto antica di Venezia. Durante un’edizione del Carnevale della metà del cinquecento, un evento destò stupore e meraviglia su tutto il pubblico presente. Un’acrobata turco, con l’auto di un bilanciere, riuscì ad arrivare alla cella campanaria del campanile di San Marco camminando su una corda che partiva da una barca ancorata al molo della Piazzetta. Scendendo raggiunse la balconata del Palazzo Ducale, porgendo un omaggio floreale al Doge. Questa impresa fu chiamata lo “svolo del turco” e fu ripetuta anche nelle edizioni successive, con la partecipazione di funamboli di professione. Dopo alcuni anni iniziarono a cimentarsi nell’impresa anche giovani veneziani e lo spettacolo cambiò le sue forme. Negli anni successivi, infatti, l’esibizione prevedeva la presenza di un personaggio dotato di ali ed appeso ad una corda che veniva fatto scendere a gran velocità lungo la fune. Questo nuova forma dello spettacolo fu chiamata il Volo dell’Angelo. Purtroppo un evento tragico ha segnato questa manifestazione, nel 1759, l’acrobata si schiantò al suolo. L’esibizione fu bloccata e vietata per vari anni, sostituendo gli acrobati con una colomba di legno.

Dall’edizione del 2001, l’esibizione del Volo dell’Angelo è stata reintrodotta. Durante quell’edizione, la manifestazione fu seguita dal regista Alessandro Bressanello, che fece librare in volo un’artista della Compagnia dei Folli, Katiuscia Triberti, che legata ad un cavo metallico, effettuò la sua discesa dalla cella campanaria del campanile verso Palazzo Ducale sospesa sul pubblico che riempiva la piazza.

Tranne il caso del volo del rapper Coolio, protagoniste del volo sono sempre state donne dello spettacolo, dello sport, della moda. In particolare dal 2011, a prendere il ruolo dell’angelo volante è la ragazza veneziana che si è aggiudicata nell’anno precedente il titolo di Maria del Carnevale. L’evento che in precedenza veniva svolto durante il Giovedì Grasso, oggi si tiene a mezzogiorno della prima domenica di festa. L’angelo dell’edizione del 2019 sarà Erika Chia, la Maria vincitrice del Carnevale del 2018.

Il Volo dell’Angelo del Carnevale di Venezia, quest’anno avrà luogo domenica 24 Febbraio 2019, ed è preceduto dal Corteo del Doge a cura del Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, con la partecipazione di varie associazioni, in particolare Ass. Internazionale per il Carnevale di Venezia, Ass. Amici del Carnevale di Venezia e il Gruppo Storico “Le Maschere di Mario del ‘700 veneziano”. L’abito dell’angelo sarà confezionato dall’Atelier Stefano Nicolao.

Fonte: Il volo dell’angelo: l’incredibile spettacolo del Carnevale di Venezia

Posts created 76

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close