Cosa visitare nelle Marche: la Regione più romantica d’Italia

Le Marche hanno tanto da offrire ai visitatori, sia in termini paesaggistici che di ospitalità. Un vero gioiello tutto italiano perfetto per un’estate ma anche per una fuga dalla routine durante l’inverno. La peculiarità è un territorio che presenta tante caratteristiche diverse: dal mare alla collina, offrendo quindi un ristoro per ogni tipo di viaggiatore.

Cosa visitare nelle Marche: tra borghi medievali e città ricche di storie

Le cose da vedere nelle Marche spaziano dalla cultura, alla storia, all’arte ma anche all’enogastronomia, ai borghi, ai paesaggi naturali e alla splendida costa. Le Marche si caratterizzano per una serie di paesini medievali ma anche bellissime città portuali come Ancona, capoluogo che sorge sulla Riviera del Conero. Proprio gli hotel ad Ancona centro sono specializzati nell’accoglienza e per questo sono tra i migliori al mondo. Tante le città che hanno dato i natali ad autori importanti come Pesaro in cui nacque Rossini. Non mancano le zone naturali da visitare come il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, una delle realtà più belle di tutta Italia.

Urbino, la città patrimonio dell’UNESCO

Una città che non ha bisogno di presentazioni, grazie soprattutto alla sua storia rinascimentale di prestigio che l’ha resa nel 1998 patrimonio UNESCO. Da vedere assolutamente quando si visita la città la bellissima reggia di Palazzo Ducale, un tempo dimora di Federico da Montefeltro. Sembra quasi di vedere un castello delle favole per la sua conformazione strutturale. Attualmente è sede della Galleria Nazionale delle Marche che vanta una collezione bellissima di opere tra cui molte di Raffaello.

Pesaro: una città perfetta per chi viaggia in bicicletta

La famosa Pesaro, che ha dato i natali a Rossini, è una delle realtà più ricche e vivaci di tutte le Marche. Uno dei simboli da vedere quando si visita la città è la Palla di Pomodoro, una sfera enorme realizzata nel 1998 da Arnaldo Pomodoro. La scultura è veramente incredibile, soprattutto quando il sole la illumina. Ubicata di fronte al mare è contemporanea e particolare. Immancabile anche una visita alla spiaggia, tutta sabbiosa, in cui si trovano diverse attrezzature per i turisti, pur essendo l’area completamente libera. Nella città si trovano molte piste ciclabili, per questo motivo è ideale noleggiare una bicicletta e passeggiare lungo la spiaggia. A Pesaro sorge anche una delle scuole di musica più importanti al mondo, il Conservatorio Rossini. Gli appassionati di musica possono visitarlo per scoprire tante curiosità sulla vita del compositore.

Fabriano: dove la carta prende forma

Tutti conoscono la carta Fabriano, pochi però sanno come questa carta viene prodotta. Nella città omonima ci sono tantissime cartiere che producono i famosi fogli da disegno ma anche la carta che viene poi utilizzata per stampare le banconote. Qui è possibile visitare il Museo della Carta e della Filigrana per capire fino in fondo come avviene la fabbricazione. Fabriano è anche una città immersa nel verde, per questo vale la pena passeggiare nella natura per ammirare i panorami mozzafiato. Da gustare assolutamente il salame, un presidio Slow Food che è famosissimo per il suo gusto particolare e rappresenta una delle peculiarità enogastronomiche delle Marche. Da vedere anche le Grotte di Frasassi che si raggiungono in macchina in circa dieci minuti.

Recanati: la patria di Giacomo Leopardi

Quando si parla di Recanati è impossibile non pensare alla poesia di Leopardi, eppure questa città è molto rinomata per una caratteristica che la rende una sorta di balcone. Infatti, grazie alla sua particolare posizione, offre degli scorci incredibili sul paesaggio. Chi visita Recanati può scoprire tutti i luoghi simbolici di cui Leopardi ha parlato, in primis la Biblioteca che custodisce alcune delle famose scritture del poeta in forma originale.

Lame Rosse: uno squarcio dei Monti Sibillini

Arrivando in questo luogo particolare sui Monti Sibillini sembra di essere su Marte. Si tratta del Grand Canyon delle Marche dove il colore rosso padroneggia tutta la zona. Questa sorta di torri naturali si sono formate per l’erosione degli agenti atmosferici. Niente di meglio di un bell’itinerario lungo i sentieri alla scoperta della flora e fauna locali.

Posts created 124

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close