Come progettare un impianto di aspirazione industriale efficiente

Un impianto di aspirazione è un'apparecchiatura necessaria per garantire agli ambienti chiusi industriali un efficace ricambio di aria. Quando si tratta di progettare un sistema di aspirazione è importante seguire uno schema di progettazione ben preciso per evitare di incorrere in denunce penali da parte dei tecnici ATS. Dopo aver analizzato nel dettaglio a quale inquinante ci troviamo di fronte, qual è la sua velocità di emissione e quali sono le condizioni ambientali del luogo, la prima mossa fondamentale è effettuare un calcolo della portata di aspirazione, come spiegato sul sito https://ventilazionesicura.it, necessaria a combattere le polveri o i gas che possono risultare dannosi per la salute dei lavoratori. Successivamente, sarà importante pensare al dimensionamento del tubo della cappa aspirante, il quale dovrà essere progettato prestando particolare attenzione ad alcuni accorgimenti. Tutto ciò servirà a prevedere un calcolo dell'efficienza dell'impianto di aspirazione.

Calcolo della portata di aspirazione: come fare

Prima di effettuare il calcolo della portata di aspirazione, necessaria affinché il tuo sistema di aspirazione risulti efficiente, ci sono dei passaggi fondamentali che devi considerare. Innanzitutto, devi analizzare i dati in tuo possesso riguardo al tipo di inquinante contro cui stai combattendo in modo da progettare al meglio la sua cattura. Devi riportare su una mappa tutte le aree nelle quali si trovano gli inquinanti e considerarne la forma, le dimensioni e la distanza a cui installerai la cappa aspirante. In questo modo potrai scegliere il dimensionamento dell'impianto di aspirazione industriale più adeguato al tuo ambiente di lavoro.

Il passo successivo riguarda il calcolo della velocità di captazione delle cappe aspiranti, ovvero la velocità che l'aria deve avere per essere in grado di catturare l'inquinante e trasportarlo all'interno della cappa aspirante. Essa dipende dalla tipologia di inquinante, dalla sua grandezza e anche da qual è la sua origine. Una volta che si possiedono questi dati è il momento di passare al calcolo della portata di aspirazione necessaria. La portata di aspirazione rappresenta la quantità di aria che una cappa è capace di aspirare al massimo della sua velocità e viene espressa in metri cubi all'ora. Puoi calcolare la portata di aspirazione grazie all'equazione di Dalla Valle, la quale prende in considerazione la velocità di captazione e la sezione della cappa da utilizzare.

Impianto di aspirazione: dimensionamento della rete dei condotti

Dopo aver effettuato il calcolo della portata di aspirazione è importante pensare al dimensionamento del tubo della cappa aspirante. Il primo passo è fare un disegno che rappresenti il percorso che la tubazioni dovranno seguire per arrivare fino al ventilatore industriale e successivamente fino al camino di uscita.

Questa è una fase molto delicata poiché ci sono molti ostacoli di cui dovrai tenere conto: pareti, colonne portanti, macchinari e altri intralci che potrebbero esserci. Tutte queste cose potrebbero impedire alle tubazioni di proseguire in maniera rettilinea, costringendoti a dover optare per dei cambi di direzione. È molto importante che mentre progetti la bozza del layout del percorso dei tubi ricordi che le curve nella rete dei condotti sono una delle maggiori cause delle perdite di carico. Per questo motivo, è importante che studi bene l'itinerario migliore. Concentrati, inoltre, sul bilanciare il più possibile tutto l'impianto di aspirazione. Il consiglio è quello di utilizzare diametri per le tubazioni via via più grandi man mano che ci si avvicina al ventilatore. È una fase molto importante, da non trascurare, poiché non equilibrare i vari rami di aspirazione significa ritrovarsi un impianto che lavora bene in un'area e per nulla in altre zone.

Ricordati del futuro

Ricorda di considerare anche il futuro mentre progetti il dimensionamento dell'impianto di aspirazione industriale, poiché un domani potresti trovarti a dover sostituire dei macchinari o inserirne di nuovi nell'ambiente di lavoro. Per questo motivo, è bene prestare attenzione ad aggiungere un margine sia per quanto riguarda la portata di aspirazione che il diametro delle tubazioni. Così facendo non ti troverai a dover sostituire il ventilatore industriale a ogni minima modifica all'impianto di aspirazione.

Posts created 152

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close