5 mete da non perdere in Basilicata

5 mete da non perdere in Basilicata
in foto: I sassi di Matera. Foto di JoelleLC

Il Sud del nostro Belpaese stupisce ed affascina. Tra le bellezze del meridione c’è la magnifica regione della Basilicata che regala luoghi unici al mondo. Una regione piccola dove però si trovano tesori inestimabili, come i Sassi di Matera, le Dolomiti lucane e i magnifici borghi della costa. La Lucania è una terra ancora non molto turstica, ma questo probabilmente è la sua fortuna. Molti luoghi, infatti, sono ancora incontaminati, i paesini sembrano fermi nel tempo e le spiagge non sono invase da hotel e resort di lusso. Ecco 5 mete da non perdere durante un viaggio in Basilicata.

1. I Sassi di Matera

Sassi di Materain foto: Sassi di Matera. Foto di Palickap

La città di Matera merita sicuramente una visita, in particolare quest’anno poichè la città rivestirà il ruolo di Capitale della Cultura 2019. A partire da Gennaio, Matera, ospiterà 50 settimane di eventi con 330 giorni di programmazione (il programma). Matera è una città italiana che testimonia una storia di successo, ha saputo rialzarsi e diventare un vanto per tutto il nostro paese. I rioni storici della città, in precedenza luoghi di degrato e condizioni igieniche precarie, nel 1993 sono stati riconosciuti Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.

I Rioni Storici sono i celebri Sassi di Matera, le vecchie abitazioni contadine, oggi recuperate, che furono ricavate dalla roccia tufacea.  Il centro storico di Matera si divide in due Sassi: il Sasso Caveoso a sud e il Sasso Barisano a nord. Al centro c’è il rione Civita, la parte più antica della città fortificata, dove si individuano ancora resti delle vecchie mura. Il centro storico è un intreccio di stradine tortuose, grotte e chiese rupestri.

2. La città fantasma di Craco

Il borgo fantasma di Cracoin foto: Il borgo fantasma di Craco. Foto di Giuseppe Milo

In Basilicata un posto incantevole ma allo stesso tempo spettrale è il borgo di Craco. Un groviglio di cunicoli, ripide scalinate e case che si attorcigliano intorno alla torre normanna. Il borgo di Craco è stato abbandonato dagli abitanti dopo la frana del 1963, diventando un paese disabitato che continua ad attirare l’attenzione di viaggiatori e registi internazionali. Il borgo fantasma di Craco essere sospeso nel tempo.

3. Aliano, parco letterario Carlo Levi

Scorcio di Alianoin foto: Scorcio di Aliano. Foto di Pinassi

Aliano è un borgo della Basilicata, situato a 550 metri di altitudine, al centro di un paesaggio suggestivo. Parte dello scenario circostante è formato dai calanchi, che creano un paesaggio quasi lunare. Aliano è divenuto celebre perchè proprio qui il regime fascista condannò al confino Carlo Levi, autore del celebre romanzo “Cristo si è fermato a Eboli”. Levi in questo borgo arroccato scrisse il suo libro e si innamorò perdutamente della Basilicata al punto da voler essere seppellito tra quelli che definì i suoi contadini. Per questa presenza celebre Aliano è sede del Parco Letterario “Carlo Levi”, sorto nel 1998. Nel paese di Aliano si può visitare l’abitazione nella quale visse Carlo Levi e ammirare la mostra permanente dedicata allo scrittore.

4. Le Dolomiti Lucane

Volo dellin foto: Volo dell’angelo. Foto di Lorenzo Palazzo

Le montagne della Basilicata si alternano tra boschi e roccia nuda, dando vita a strane conformazioni che ricordano le Dolomiti. Il turismo delle Dolomiti Lucane è stato rivalutato con il volo dell’angelo. Se sognate l’ebbrezza di volare circondati da monti, in Basilicata è possibile.  Il volo dell’angelo è una zip line sospesa tra le vette, imbracati e agganciati ad un cavo di acciaio, porta i temerari a sorvolare il territorio sottostante. In Basilicata il volo dell’angelo parte da Pietrapertosa, la città più alta della Basilicata, in un volo che giunge fino al borgo di Castelmezzano. Un viaggio sospesi in aria della durata di un minuto e mezzo, percorribile da soli o in coppia.

5. I borghi della costa

Marateain foto: Maratea. Foto di valtercirillo

Chi conosce bene la Basilicata sa che la regione offre molte località ideali per le vacanze al mare. La Basilicata è bagnata da due mari, lo Ionio e il Tirreno e lungo la costa ci sono tanti borghi marini degni di nota. Uno di questi è Maratea, la sola località della Basilicata che si affaccia sul Tirreno. Maratea è una delle mete balneari più frequentate della regione, non solo per il mare, ma anche per il patrimonio artistico e culturale che custodisce. Una delle opere più famose della città è il Redentore.

Sulla costa ionica sorge Metaponto, un’antica città della Magna Grecia. Il sito archeologico si trova nel comune di Bernalda, sicuramente da ammirare sono il teatro, il castro romano, i templi di Apollo, Demetra e Afrodite e le Tavole Palatine. Metaponto offre anche una fantastica spiaggia di sabbia. Oltre a Metaponto ricordiamo Policoro, sempre sulla costa Ionica, dove si trovano sia spiagge sabbiose che il sito archeologico di Heraclea.

Fonte: 5 mete da non perdere in Basilicata

Posts created 85

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close