12 splendide immagini della Terra.

Queste 12 incredibili foto scattate dal satellite mostrano alcuni dei fenomeni geografici più affascinanti del pianeta, e documentano anche la potente imprevedibilità della natura.

Sri Lanka, 26 dicembre 2004

1-costa-srilanka-pre-tsunami.jpg

L’oceano si ritrae rapidamente: appena 5 minuti prima dell’arrivo del devastante tsunami l’acqua si ritira per 400 metri.

I gorghi continuano a infrangersi sulla costa pochi minuti dopo l’arrivo del muro d’acqua.

2-costa-srilanka-tsunami.jpg

Ventaglio alluvionale, regione di Xinjiang – Cina

3-frana-alluvionale-cina.jpg

Questa immagine, scattata il 2 maggio 2002 copre un’area di 56.6 x 61.3 km: mostra un “ventaglio” alluvionale formatosi sul confine settentrionale del deserto Taklimakan, in Cina. Il ventaglio alluvionale si forma quando l’acqua scavalca una cima: alcuni rivoli si interrompono e altri rimangono attivi. Si forma così un triangolo.

I rivoli sulla sinistra, quelli blu, sono attivi.

I ghiacciai del Bhutan – Himalaya

4-ghiacciai-in-ritirata-bhutan-himalaia.jpg

Un’immagine splendida e molto significativa: i ghiacci si stanno sciogliendo a causa del riscaldamento globale. E’ chiaramente visibile che le “punte” della superficie ghiacciata si stanno trasformando da ghiaccio in acqua, formando così dei laghi. E’ un fenomeno che si verifica da vent’anni circa a questa parte.

L’uragano Isabel – 2003

5-uragano-isabel.jpg

Questa spaventosa foto dell’uragano Isabel è stata scattata dalla stazione spaziale internazionale nel 2003 e mostra l’impressionante estensione dell’occhio del ciclone. Questo uragano è stato il più intenso del 2003 e ha creato venti che hanno raggiunto la velocità massima di 264 km orari.

Costa orientale della Groenlandia, 21 agosto 2003

6-costa-orientale-groenlandia.jpg

La frastagliata costa della Groenlandia e i suoi fiordi visti dallo spazio.

L’aurora boreale

7-aurora-boreale.jpg

Una meravigliosa affascinante foto del fenomeno naturale conosciuto come Aurora Borealis, catturata dallo Shuttle Atlantis durante la missione Sts-117.

Una eclisse solare totale vista dallo spazio, 1999

8-eclisse-solare-totale-vista-dallo-spazio.jpg

L’ombra della luna copre parte della superficie della Terra l’11 agosto 1999, in questa foto scattata dalla MIR.  E’ stata una delle ultime immagini catturate dalla stazione spaziale russa.

Parco nazionale Egmont, Nuova Zelanda

9-parco-nazionale-egmont-nuova-zelanda.jpg

Il vulcano del Mount Egmont ha eruttato per l’ultima volta nel 1755 e ora è il fulcro del parco nazionale Egmont. Il regolamento del parc ha consentito la sopravvivenza della foresta che si estende per un raggio di 9.5km dalla sommità del vulcano. La vegetazione si vede dallo spazio, è quell’enorme raggio verde scuro. La foto proviene dalla missione Sts- 110, dell’aprile 2002.

Eruzione dell’Etna.

10-eruzione-delletna-ottobre-2001.jpg

Scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale nel 2001, quest’immagine mostra un’eruzione particolarmente violenta in Sicilia, che ha originato una colonna di fumo e cenere che è arrivata fino alla Libia. Si possono notare diverse colorazioni del fumo vicino al vulcano: è la lava che brucia la foresta.

Richat, Mauritania

11-richat-mauritania.jpg

Si è discusso per molti anni per capire l’origine di questa struttura, nel deserto del Sahara, in Mauritania. Si è creduto che fosse il cratere dell’impatto di un meteorite, data la sua forma circolare, ma questa ipotesi è stata abbandonata poichè non sono state rinvenute rocce con alterazioni chimiche o termiche nelle sue vicinanze. Questa enorme ferita, di 30 miglia di diametro, sembra ora essere stata scolpita nel tempo dall’erosione.

L’immagine proviene dall’ASTER (advanced  spaceborne thermal emission and reflection radiometer) ed è del 7 ottobre 2000.